Materia rinnovabile

Edizioni Ambiente

edizioni ambiente

Da più di 20 anni Edizioni Ambiente è unica casa editrice in Italia dedicata esclusivamente allo studio e alla comunicazione delle tematiche della sostenibilità. Nata in un contesto in cui il concetto di sviluppo sostenibile ancora faticava a conquistare spazio nell’agenda politica del Paese, ha svolto dapprima una azione pionieristica, pubblicando i grandi guru internazionali dell’ambientalismo, tra cui Lester Brown e il Worldwatch Institute, Hermann Scheer, Wolfgang Sachs, Amory Lovins, Norman Myers, Paul Ehrlich, Vandana Shiva, Gunter Pauli, Paul Hawken, Jorgen Randers, Tim Jackson, Johan Rockström e Anders Wijkman. Ampio anche il catalogo di autori e curatori italiani (tra gli altri: Gianfranco Bologna, Edo Ronchi, Federico Butera, Roberto Cavallo, Duccio Bianchi, Silvia Zamboni.)

L’attività della casa editrice è riuscita, senza mai schierarsi con l’una o l’altra sigla o raggruppamento politico, a mantenere un approccio libero e indipendente che le ha consentito di essere riconosciuta come riferimento e timone nei più importanti settori delle discipline ambientali.

A lato dell’impegno nella saggistica e nella divulgazione culturale, Edizioni Ambiente ha molto presto strutturato, sotto la supervisione scientifica dei maggiori esperti italiani, una serie di strumenti di lavoro al servizio degli operatori del comparto Rifiuti e, più tardi, del comparto Energie rinnovabili e efficienza energetica. (link al sito) completando l’offerta strumentale a favore degli operatori delle aziende e degli Enti locali, attraverso la Formazione sui rifiuti e la Formazione sull’energia.

Un servizio particolarmente innovativo e lungimirante, prodromo della rivista “Materia Rinnovabile” è stato l’attivazione del sito FreeBookAmbiente.it che offre download gratuiti di pubblicazioni ambientali, spesso sponsorizzate da aziende, enti e consorzi che desiderano offrire un servizio agli operatori in cambio di visibilità e della possibilità di una migliore conoscenza del proprio pubblico di riferimento.