Materia rinnovabile
viscolube

COOU

COOU è sostenitore di Edizioni Ambiente nel progetto
Materia Rinnovabile

Il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati (COOU) è il primo ente ambientale nazionale dedicato alla raccolta differenziata di un rifiuto pericoloso. Nato con Decreto del Presidente della Repubblica 691 del 1982, in ottemperanza alla direttiva comunitaria 75/439, ne fanno parte le imprese che, anche in veste di importatori, immettono sul mercato oli lubrificanti. Il Consorzio è un esempio positivo di collaborazione pubblico-privato: infatti quattro ministeri (Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare; Sviluppo Economico; Salute; Economia e Finanze) hanno propri rappresentanti negli organi della governance consortile mentre la responsabilità gestionale è privatistica. Operativo dal 1984, il COOU è un soggetto giuridico di diritto privato senza fini di lucro. Coordina l’attività di 72 aziende private di raccolta e di 5 impianti di rigenerazione distribuiti sul territorio nazionale. Si occupa anche dell’informazione e della sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulle tematiche della corretta gestione degli oli usati, che sono rifiuti pericolosi.

I punti cardini della mission del Consorzio, così come definita tra l'altro dall'art. 11 del D.Lgs. n. 95 del 1992 e dall'art. 236 del D.Lgs n. 152 del 2006, sono: quelli di assicurare e incentivare la raccolta degli oli usati; espletare direttamente le attività di raccolta degli oli usati dai detentori che ne facciano richiesta nelle aree in cui la raccolta risulti difficoltosa o economicamente svantaggiosa; perseguire ed incentivare lo studio, la sperimentazione e la realizzazione di nuovi processi di trattamento e di impiego alternativo; concordare con le imprese che svolgono attività di rigenerazione i parametri tecnici per la selezione degli oli usati idonei per l’avvio a quella forma di riutilizzo e incentivare la raccolta degli oli usati rigenerabili.


www.coou.it


Documenti

Green economy report update 2014


Progetti:

CircoliamoIl 18 Aprile riparte la campagna itinerante “CIRCOLIAMO”!

Il Consorzio degli Oli Usati propone una nuova edizione della campagna educativa itinerante “CircOLIamo 2015/2016” incentrata sull’educazione per una corretta gestione dell’olio lubrificante usato e più in generale dei rifiuti pericolosi attraverso il dialogo con i cittadini e le istituzioni locali.
Il progetto si lega a un’iniziativa “storica” del Consorzio: il primo “CircOLIamo” fu realizzato nel 1994 e il successo della campagna è confermato dalle numerose edizioni successive, ultima quella 2011-2012.
A partire dal maggio 2015 e fino a dicembre 2016, i mezzi del Consorzio percorreranno il territorio nazionale sostando nelle piazze di tutti i capoluoghi di provincia italiani per incontrare le istituzioni, i media locali, la business community e il mondo della scuola con lo scopo di sensibilizzare i cittadini e il sistema industriale del Paese ad una corretta destinazione dei lubrificanti usati.
Nelle varie tappe di “CircOLIamo” saranno previste diverse attività rivolte alle fasce più giovani: filmati di educazione ambientale, microconferenze e il gaming on line Greenleague.
“CircOLIamo” ripartirà il 18 aprile 2016 da Perugia e farà tappa a Terni, Viterbo, Civitavecchia, Frosinone, Olbia, Sassari, Oristano, Cagliari, Grosseto, Siena, Arezzo, Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno, Rovigo, Verona, Vicenza, Padova, Venezia e Treviso.

 

www.circoliamo2016.it


Green League

Green League

la sfida continua!
Il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati ha lanciato “Green League” il primo social game italiano incentrato sulla difesa dell’ambiente!
Basta registrarsi sul sito www.greenleague.it e giocare.
Con “Green League”, realizzato con la consulenza scientifica di Legambiente, è possibile acquisire attraverso il gioco informazioni sui corretti comportamenti da adottare nel quotidiano: è possibile affrontare, divertendosi, temi importanti come la raccolta differenziata dei rifiuti, il risparmio energetico, la mobilità sostenibile e i rifiuti pericolosi.
Sul sito www.greenleague.it sono disponibili otto giochi: “Garble”, “Garbage Man”, “Lampman”, “EnergyDefender”, “Jammy”, “OilBuster”, “Snuck” e “Eco slider”. I primi due sono incentrati sulla raccolta differenziata; il terzo e il quarto puntano a suggerire ai giocatori quei comportamenti virtuosi che consentono di risparmiare energia; la mobilità sostenibile è protagonista del quinto gioco e i rifiuti pericolosi, con particolare attenzione agli oli lubrificanti usati, sono il tema di Snuck e dell’ultimo arrivato Eco Slider un puzzle basato sul famoso gioco del 15.
È possibile giocare sia singolarmente che in gruppi a casa e a scuola, unendo le forze e guadagnando più punti per vincere le numerose competizioni a squadre che vengono organizzate.
La sensibilizzazione ambientale è da sempre uno dei capisaldi dell’azione del Consorzio, che attraverso “Green League” punta a creare un contatto diretto con a dolescenti, teenager e non solo, coinvolgendoli in un gioco online in grado di parlare il loro stesso linguaggio e, nel contempo, di trasmettere contenuti formativi.

www.greenleague.it

Green League la sfida continua


Video gallery:

 


Foto gallery:

CIRCOLIAMO

ECOMONDO 2015

EICMA 2015

INCONTRI TERRITORIALI